Giuliano Mazzuoli è un creativo e un inventore. Di più: un inventore di cose belle, di quelle che rendono piacevole la vita perché inventate con intelligenza e create con passione. A un simile personaggio ben si adatta il sottotitolo dato da Alexandre Dumas padre al suo “Kean”, ovvero: genio e sregolatezza. Quella giusta sregolatezza che porta un pò di capacità visionaria, pur con i piedi per terra. E quel tocco di genio che non fa mai montare la testa, perché si lega sempre a una mano che lavora e a un occhio che sa cogliere i dettagli. Non nobis sit gloria dice il Salmo e Mazzuoli sa che l’importante è procedere. Anche senza tanti incensi.


MARCHI IN OROLOGERIA